Imperatore
Carlo Magno

(02 April 0742   -   28 January 0814)


Visto 464 volte      5 Comments

Announcement

Il successo di Carlo Magno nel fondare il suo impero si spiega tenendo conto di alcuni processi storici e sociali in corso da diverso tempo: nei decenni precedenti l'ascesa di Carlo, gli Àvari si erano stanziati nel bacino del Volga e non costituivano più una minaccia, le migrazioni dei popoli germanici orientali e degli Slavi si erano fermate quasi del tutto; a occidente si era esaurita la forza espansionistica degli arabi grazie alle battaglie combattute da Carlo Martello; inoltre, a causa di rivalità personali e contrasti religiosi, la Spagna musulmana era divisa da lotte intestine.Secondo una tesi famosa (ridimensionata da studi più recenti) dello storico belga Henri Pirenne c'era stato uno spostamento del baricentro del mondo occidentale verso nord dopo la perdita di importanza dei traffici nel Mediterraneo causata dalla conquista musulmana dell'Africa del Nord e del Vicino Oriente e l'irrompere dei Magiari nell'Europa orientale.Inoltre si deve tener conto della fondamentale opera di evangelizzazione nei territori della Germania orientale e meridionale da parte dei monaci benedettini provenienti dall'Inghilterra e guidati da san Bonifacio tra il 720 e il 750 circa, che aveva dato una prima struttura e organizzazione a territori dominati da tribù ancora barbare e pagane.Primogenito di Pipino il Breve (714-768), primo dei re Carolingi, e di Bertrada di Laon, la nascita di Carlo è fissata tradizionalmente al 2 aprile 742, ma al momento è praticamente impossibile stabilirne l'esattezza, visto che le fonti ne propongono almeno tre: 742, 743 o 744. Eginardo, suo biografo ufficiale, nel Vita et gesta Caroli Magni afferma che Carlo morì nel settantaduesimo anno di vita, gli “Annali Regi” ne datano la morte al settantunesimo anno circa, mentre l'iscrizione (andata perduta) posta sopra la tomba lo definisce semplicemente settantenne.Un altro manoscritto coevo colloca la nascita di Carlo al 2 aprile, data comunemente indicata per la nascita. Il calcolo di Eginardo crea però un problema: se Carlo è morto nell'814 a settantadue anni, allora è nato nel 742, cioè prima del matrimonio tra Pipino e Bertrada, che le fonti informano celebrato nel 744. Il concubinato era tollerato tra i Franchi, e quindi anche la nascita di figli prima del matrimonio, ma dal punto di vista della morale cristiana contemporanea (e di quella della storiografia del XIX e XX secolo) il fatto era imbarazzante. Solo negli ultimi anni dello scorso secolo i medievalisti Karl Ferdinand Werner e Matthias Becher hanno rinvenuto una copia tarda di un'opera annalistica altomedievale in cui si trova, in corrispondenza dell'anno 747, la notazione “eo ipse anno natus Karolus rex”. All'epoca il computo del tempo non seguiva regole precise; in particolare, le opere annalistiche dell'VIII secolo ci informano che in quel periodo l'anno iniziava col giorno di Pasqua che, nel 748, cadeva il 21 aprile. Poiché è accertato da varie fonti che Carlo nacque il 2 aprile, quel giorno, per i contemporanei, si trovava ancora nel 747, mentre col computo attuale si colloca nel 748.Altro indizio a favore del 748 si trova in un testo relativo alla traslazione del corpo di san Germano di Parigi nella futura Abbazia di Saint-Germain-des-Prés, avvenuta il 25 luglio 755; Carlo era presente alla cerimonia e subì un piccolo incidente avendo, com'egli stesso dichiara, sette anni. Ma se sulla data di nascita si possono avanzare congetture, le fonti non forniscono invece alcun indizio che possa aiutare a identificare il luogo della nascita di Carlo. 



Ci sono 5 Comments


Gianpiero Cozzolino

Il nome della storia

Rispondi
Segnala

Mauro Addesso

Il più grande re del Medio Evo, uno di quegli uomini che lasciano una traccia indelebile nella storia.

Rispondi
Segnala

Giorgio Mercuri

A servizio dell Chiesa Cristiana

Rispondi
Segnala

Claudia Palmarini

Personaggio di grande spessore!

Rispondi
Segnala

Gianpiero Cozzolino

Vorrei esserci stato al suo fianco

Rispondi
Segnala




This website uses cookies

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito si acconsente all’utilizzo di cookie in conformità con la nostra Cookie Policy.


Privacy Policy